Si svolto nella mattinata di venerdì 24 il Convegno pro-disabili dal titolo “Te la Do io la barriera il P.E.B.A. questo mostro sconosciuto” organizzato dall’Ass. ItaliAbile onlus e Cooperativa European Service onlus, dove i relatori hanno dibattuto sul tema del P.E.B.A.

 

acronimo di Piani di Eliminazione Barriere Architettoniche. In realtà il PEBA nasce con la legge n.41 del 1986 in Italia e recepita anche dalla Comunità Europea, ma poco applicata, solo negli ultimi anni si vedono un po’ di risultati, ma ancora c’è molto da fare per una serie di motivi tra i quali esigui fondi a disposizione, molta burocrazia e poca cultura in materia. L’incontro di oggi, verteva oltre a elencare tutte le difficoltà che incontrano quotidianamente i disabili e le loro famiglie nelle loro percorso urbano comprese le aree verdi, soprattutto sul piano di sviluppo turistico, come organizzare degli alberghi, spiagge, attrezzatura sportiva e formazione per sport acquatici. Questo ambizioso progetto è diventato ormai una grande sfida tra Ass. per disabili e amministratori pubblici e privati locali oltre a operatori del settore turistico, e nel momento in cui tutto dovesse prendere corpo sarebbe un grande successo di civiltà per tutti.

 

Tra i relatori: On. Toni Matarelli, Cosimo Lupo Pres. ItaliAbile, Giuseppe Chirizzi Pres.Coop. European Service, Arch.Stefano Maurizio proveniente da Venezia, l’On. Michele Saccomanno, On. Vittorio Zizza, On. Mauro Vizzino (assente per motivi istituzionali) Rita Dell’Erba Pre. Ass. Abili Al Sorriso e altri, il convegno è stato patrocinato della Regione Puglia, Presidenza Regione Puglia, Provincia di Brindisi e Comune Brindisi.

Convegno venerdì sui piani anti-barriere architettoniche

 

„ BRINDISI - Convegno a Brindisi sulle barriere architettoniche, organizzato da ItaliAbile - Vivere Senza Barriere a Palazzo Nervegna, venerdì 24 novembre con inizio alle 10,0 e con il patrociniso di Regione Puglia, Presidenza del Consiglio Regionale, Provincia e Comune di Brindisi, Camera di Commercio: un momento storico per il capoluogo e il territorio, con tutte le amministrazioni hiamate a partecipare.

 

E per sostenere proprio i Comuni sul percorso di soluzione di questi problemi, nel corso del convegno si discuterà di come di progettano Peba, i Piani per la eliminazione delle barriere architettoniche, delle normative in vigore, e del modo con cui reperire i finanziamenti.

 

Il convegno infatti è rivolto, soprattutto, a tutti i tecnici delle amministrazioni comunali che operano, a vario titolo, sugli ambienti stradali, sugli spazi di relazione (piazze, aree a prevalenza pedonale e via dicendo) e sul verde pubblico, avvalendosi anche delle associazioni di categoria ad hoc). Lo scopo diretto è quello di illustrare soluzioni tecniche più appropriate per l’eliminazione delle barriere architettoniche, in modo da determinare un linguaggio il più possibile univoco nelle scelte progettuali e nella loro applicazione.

 

Tale argomento sarà trattato dall'architetto veneziano Stefano Maurizio, costretto a muoversi su di una sedia a rotelle da molti anni, già autore di molti Peba del Veneto e in altre regioni, e dall’architetto Francesco Nardini, già direttore di cattedra alla facoltà di Architettura di Roma. Il presidente di ItaliAbile, Cosimo Lupo, ricorda che ci sono state grosse lacune e inefficienze da parte di molte amministrazioni e che Peba è uno strumento giuridico, voluto da una legge, la 41 del 1986, e successive, che obbliga i Comuni, in primis, a dotarsene. Quindi "adesso si volta decisamente pagina e chi continua a violare le norme sarà deferito alla Procura".

 

Saranno presenti al convegno il commissario prefettizio Santi Giuffrè, il senatore Vittorio Zizza, i deputati Toni Matarrelli e Federico Massa, nonché i consiglieri regionali Mauro Vizzino e Cristian Casili. Inoltre, parteciperanno presente il dirigente medico della Polizia di Stato, Massimo Montinari, esperto di autismo e assunto agli onori della cronaca per una costante e coerente difesa della vaccinazione responsabile.

 

Tra i relatori, l'avvocato Raffaele De Matteis, presidente onorario della suqadra di calcio del Brindisi, Rita Dell’Erba per “Abili al sorriso” e Francesco Vinci per “Contro le barriere”, i quali analizzeranno le difficoltà presenti in città come Brindisi e Taranto. Conduttori saranno il dott. Michele Carriero e il giornalista Fabio Mollica. “

 

Potrebbe interessarti: http://www.brindisireport.it/cronaca/convegno-a-Brindisi-su-piani-di-eliminazione-delle-barriere-architettoniche.html

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BrindisiReportit/129694710394849

 

Si terrà presso Palazzo Nervegna del comune di Brindisi, alle ore 10:30, il convegno sul PEBA - Piano Eliminazione Barriere Architettoniche orgnizzato da ItaliAbile Onlus e la Cooperativa Sociale European projec Service di Brindisi con la collaborazione dell' Associazione Contro Le Barriere di Taranto e l' Asscociazione Abili al Sorriso di Brindisi, patrocinato dalla

Regione Puglia, dalla Presidenza del Consiglio Regionale, dalla Provincia e dal Comune di Brindisi e sostenuto dal FIABA - Fondo Italiano per l'Abbattimento delle Barriere Architettoniche, dal Village for All - accessibilità per tutti e dal MSP - Movimento Sportivo Popolare.

Si tratta di una giornata dedicata al turismo accessibile e alla “sfida” contro le barriere architettoniche e relative questioni, fornendo strategie e soluzioni più efficaci per dare vita ad un dialogo concreto tra istituzioni, amministratori, operatori del settore e turisti e garantire a tutti la possibilità di godere delle bellezze del territorio e di una vacanza salutare e confortevole, in particolare per le persone diversamente abili e loro famiglie.

Partendo da questo spunto, il convegno andrà ad approfondire anche altre tematiche relative a questi argomenti, con uno sguardo particolare dedicato agli aspetti legati all’urbanistica e all'accessibilità da parte di persone disabili a strutture turistiche e culturali.

Si desidera, inoltre, ricordare che il P.E.B.A è lo strumento giuridico, in vigore sin dal 1986 approvato con legge 41, che disciplina i Piani di Eliminazione Barriere Architettoniche in ogni ambito e settore, grazie anche a successive legiferazioni come la legge 104//92 o il DPR 503/96 o ancora la legge 18/2009 o il DPR 4/10/2013, che obbliga le Istituzioni pubbliche di dotarsi del PEBA.

 

PROGRAMMA

 

Data : Venerdì 24 Novembre 2017

Luogo : Palazzo Nervegna presso il Comune di Brindisi

Accredito : presso la Sala convegno di Palazzo Nervegna

Moderatori : Dott. Michele Carriero e il giornalista Fabio Mollica, editore e direttore responsabile del nuovo magazine AMAZING PUGLIA, il cui primo numero dal titolo Disabile a Chi, che uscirà a fine novembre, sarà dedicato alla storia di una sua cara amica costretta su una carrozzina per un incidente stradale.

Ore 10:30 saluti ai convenuti da parte dei Moderatori

Ore 10:40 apertura lavori con video di ItaliAbile Onlus

Ore 10:50 saluto delle autorità

- Dott. Santi Giuffrè, commissario straordinario

- On. Michele Saccomanno, senatore della Repubblica Italiana

- On. Federico Massa, deputato della Repubblica Italiana

- On. Toni Matarrelli, deputato della Repubblica Italiana

- Cons. Mauro Vizzino, consigliere regionale

- Cons. Cristian Casili, consigliere regionale

Ore 11:15

Cosimo Lupo, presidente ItaliAbile

“ Te la Do io la Barriera - Il PEBA, questo mostro sconosciuto “

Ore 12:00

arch. Stefano Maurizio

“ parliamo di PEBA : cos’è, come lo si costruisce, come lo si può finanziare”

Ore 12:45

Grazia Turco, atleta Paralimpica salentina

Non ci può essere integrazione se non si eliminano le barriere architettoniche

Ore 13:00

Grazia Dell’Erba, Presidente dell’Associazione Abili Al Sorriso

“ Brindisi, tra cultura e indifferenza sociale “

Ore 13:20

Avv. Raffaele De Matteis, Presidente Onorario Brindisi F.C.

“ Implicanze sociali e sportive nei rapporti col mondo dei disabili “

Ore 13:40

Pres. Francesco Vinci, Presidente Onlus Contro le Barriere

“ Il PEBA a Taranto “

Ore 14:00

Conclusioni e ringraziamenti

Pausa Buffet

 

Gli altri cinque finalisti candidati al WHR Talent

 

Con oggi concludiamo la presentazione dei finalisti del WHR Talent, il Contest ideato dagli organizzatori del WHR per far luce sui talenti e per dare lustro e spazio alle nuove idee, ai progetti e alle startup capaci di apportare cambiamenti e benefici al settore turistico-alberghiero attraverso soluzioni innovative e tecnologiche.

Abbiamo già presentato nei giorni scorsi alcuni dei finalisti: Sosta Mobile Semplice, Rysto, Qualitando, MyCityWeb, Eguestbook, Hotel System, Visitare, You Are Always Welcome e WineMenu; oggi diamo spazio agli altri 5 progetti candidati, nell’attesa di conoscere quali tra tutti i 14 progetti saranno presentati durante il WHR.

Ricordiamo che tutte le idee arrivate in finale avranno l’opportunità di essere presenti a Roma nella giornata dedicata al WHR Talent ma soltanto i quattro progetti ritenuti in assoluto i più meritevoli tra quelli pervenuti avranno l’opportunità di presentare la propria idea alla platea internazionale del Web Hotel Revenue durante il Day 4 in Main Hall.

I vincitori saranno annunciati nei prossimi giorni attraverso i nostri canali Social Facebook – Twitter – Google+ – LinkedIn; nel frattempo scopriamo gli ultimi cinque progetti arrivati in finale insieme a quelli sopra elencati.

ItaliAbile: è un programma volto a sostenere e realizzare misure che migliorino l’accessibilità delle strutture turistiche italiane, nell’ottica di promuovere una capacità d’accoglienza che sia realmente “per tutti” . Il progetto promuove il territorio italiano attraverso il recupero e/o la ristrutturazione di strutture distrutte dal tempo e dall’incuranza dell’uomo e garantisce la fruibilità dei beni turistici e dei servizi turistici a tutti i cittadini, anche disabili.

 

 

Dopo lo sfogo iniziale con il Sindaco di Brindisi, il Presidente di ItaliAbile tende la mano per una riconciliazione, ma non rinnega quello che ha detto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sarebbe bastato con un pizzico di umiltà nel riconoscere questa nuova visione propositiva di collaborazione che si proponeva per il bene della cittadinanza e non guardare al comune come semplicemente erogatore di servizi. Sarebbe bastato aprire gli occhi alla realtà per capire le reali difficoltà che ogni giorno le persone con disabilità devono affrontare quotidianamente di fronte agli ostacoli di qualsiasi natura: è facile parlare di solidarietà, amore verso il prossimo, quando ci si dimentica che su questa terra siamo tutti uguali a prescindere dalle condizioni personali e lasciamo che altri si impegnino dal soli su questa strada.

E’ ora, dunque, di rimboccarsi le maniche e di mettersi in gioco in prima persona al di là delle tante parole e dei buoni propositi.

Questa è una richiesta silenziosa che non è difficile accogliere: tutti, se lo desideriamo, possono farcela. E allora perché non tentare?

La società ha bisogno di essere ricostruita partendo proprio dall’abbattimento di tutte le barriere architettoniche di qualsiasi natura esse appartengono: ad esempio, se non riesco ad entrare nel Bus, non sono io il disabile ma il Bus perché non mi permette di entrare autonomamente !!!

Discorso a parte per i convegni di Mesagne e Francavilla Fontana.

Qui addirittura erano presenti i sindaci, assessori e rappresentanti delle scuole accompagnati dai presidi e gli insegnanti.

La semplicità e l’entusiasmo dei ragazzi, la cordialità dei presidi e dei professori, il clima di condivisione delle autorità di governo dei due paesi che si è creato ha reso un’atmosfera di piena condivisione tracciando testimonianza e stile di vita propri di una cittadinanza attiva: il giusto canale per essere al servizio del prossimo. (Foro di Brindisi, Mesagne, Francavilla Fontana)